Italia Oggi intervista Gianluca Zelli: il Jobs Act ha funzionato solo a metà

Gianluca Zelli, Fondatore e Amministratore Delegato di Humangest, ha parlato in un’intervista rilasciata a Italia Oggi del Jobs Act, prendendo parzialmente le distanze dall’opinione comune di gran parte degli imprenditori. Molto soddisfatto per l’aspetto normativo, il manager ha sottolineato un mancato obiettivo della riforma, ovvero l’incapacità di stabilizzare l’occupazione. Gli incentivi, infatti, hanno giovato alle aziende che se ne sono servite ma non hanno agevolato la stabilizzazione dei lavoratori precari, quelli col contratto a termine. Humangest, in tal senso, ha invece investito in questo aspetto: sui 4.200 lavoratori somministrati mensilmente alle aziende clienti, 150 sono stati inseriti a tempo indeterminato nell’organico. In un momento di grande instabilità, nel quale i posti sicuri si stanno riducendo anche per il decremento degli incentivi, la società guidata da Gianluca Zelli mira alla moltiplicazione e alla qualificazione dell’offerta di servizi, cercando di prevedere le reali necessità delle aziende clienti. La somministrazione è funzionale alla risoluzione di esigenze impellenti, come quella legata alla gestione dei picchi di produzione. Questo però non è sufficiente e, a tal proposito, Humangest fornisce consulenza in materia di formazione, politiche attive del lavoro e gestione dei pay-role, dei magazzini e della logistica. Il mercato interinale, inoltre, sta vivendo un momento positivo, facendo registrare un + 3-4%. La capacità di lavorare a grande velocità, unita alle competenze del management, che viene dalle multinazionali, hanno consentito a Humangest di diventare un player di riferimento per le piccole imprese, in grado di fornire soluzioni su misura e personalizzate.

Per leggere l’intervista completa:

http://sgbholding.it/news/173-gianluca-zelli-intervistato-da-italia-oggi

Annunci

Gianluca Zelli: l’affermazione della somministrazione come strumento di flessibilità

Gianluca Zelli, Amministratore Unico di SGB Humangest Holding S.r.l., in un’intervista rilasciata alla testata online AskaNews, ha stilato un bilancio dell’ultimo decennio, sottolineando come la cosiddetta flessibilità del lavoro, che ha tra i suoi strumenti la somministrazione, abbia inciso positivamente sull’andamento del mercato, riducendo la storica rigidità delle imprese italiane. La precarietà, secondo il manager, è una vecchia leggenda: il 20% dei lavoratori somministrati alle aziende, infatti, è composto da dipendenti con contratto a tempo indeterminato. Oltre a questo, la somministrazione ha un’importante funzione, ovvero inserire per la prima volta nel mondo del lavoro i ragazzi che non hanno avuto precedenti esperienze. Gianluca Zelli si è soffermato, inoltre, sul tema del welfare aziendale, uno strumento sul quale si dovrebbe investire con maggiore efficacia. L’adozione di un criterio premiale per l’assegnazione dei benefit, legato al rendimento dei singoli dipendenti, fungerebbe infatti da spinta verso una maggiore diffusione di questo strumento.

Per vedere l’intervista completa:

http://stream24.ilsole24ore.com/video/impresa-e-territori/flessibilita-e-welfare-strumenti-preziosi-le-aziende/ADec1CgB